Agrindustry - MAPS Architecture
20645
single,single-portfolio_page,postid-20645,ajax_fade,page_not_loaded,,content_with_no_min_height,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-2.3.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.3.5,vc_responsive

Agrindustry

Il progetto nasce con l’intento di trovare una possibile soluzione all’irrisolta questione del rapporto tra la città di Milano e le aree agricole circostanti. La presenza di un parco agricolo, l’avvicinarsi di EXPO 2015 con tema “Nutrire il pianeta” e l’esistenza di numerose aree industriali dimesse all’interno della città ci ha indotto a trovare un legame tra questi elementi attraverso gli strumenti economico-sociali della filiera corta cercando di stringere i rapporti tra luogo di produzione, vendita e consumo. Alla luce di queste osservazioni abbiamo basato il nostro progetto sul collegamento ferroviario esistente tra i vecchi luoghi della produzione industriale e le stazioni ferroviarie per riconvertire, i primi, in produzione agricola e, i secondi, in luoghi di vendita. La filiera corta diventa in questo modo sostenibile grazie all’utilizzo della linea ferroviaria, che riduce l’impatto ambientale dei trasporti, e dell’agricoltura aeroponica, che permette di risparmiare energia ed acqua per irrigazione.

Gruppo di lavoro

Filippo Ogliani – Caterina Pilar Palumbo – Aurélie Sabatier

Laboratorio

Town Planning Design Workshop – Prof. Stefano Boeri

Date

2009